agosto 22nd, 2008 by admin

Immergendosi all’interno dei fondali dell’Elba si ha la fortuna di ammirare un’acqua particolarmente limpida, incontaminata e colma di tante varietà ittiche e di una flora rigogliosa, sia nella stagione estiva che quella invernale.

I diving center sull’isola sono moltissimi e i siti migliori per immergersi sono lo scoglietto, si tratta di un luogo di facile accesso e alla portata di tutti ed particolarmente suggestivo per la bellezza del paesaggio sommerso e per la ricca fauna.

Lo scoglietto è un isolotto roccioso posto a nord di Portoferraio ed è facilmente raggiungibile nello spazio tra i dieci e quindici minuti di navigazione. Esso rappresenta un posto idilliaco per lo snorkeling.

Ai piedi dello scoglio, a quasi dieci metri di profondità, il muro roccioso si adagia sul fondale di sabbia e mostra molti squarci e una bellissima grotta.

La secca di Fonza: è posta nel mezzo del golfo di Lacona e il golfo di Campo ed è denominata anche la Secca del Corallo.

Dalle tante tane si possono osservare le murene, gronchi e aragoste. Il relitto di Pomonte: nella parte estrema meridionale dell’isola, a ovest di punta Fetovaia, è adagiato dall’anno 1972 il relitto della nave italiana “Evilscott”, che è possibile visitare anche a nuoto dalla spiaggia.

E’ consigliabile, tuttavia, prestare attenzione alla corrente che in quella parte può essere particolarmente forte.

Posted in isola d'elba Tagged with: , , , ,